Sportello Casa

Lo sportello per il diritto alla casa è ormai una realtà affermata all’interno della Foa Boccaccio e della città. Si tiene il martedì, dalle 18:30 alle 20:30 presso l’ex centro sportivo Verga, in via Rosmini 11 e risponde alla mail pertuttiuntetto@yahoo.it oppure, in questo blog, negli articoli della categoria casa.

Sportello per il diritto alla casa della FOA Boccaccio

Da oltre un anno è cominciata l’attività dello Sportello per il diritto alla casa della FOA Boccaccio a fronte di una forte emergenza abitativa e di un’amministrazione totalmente incapace nell’affrontare il problema.

 

In questo periodo sono sempre di più le famiglie con difficoltà economiche e con la perdita del posto di lavoro gli affitti diventano insostenibili, questo ha comportato un’ondata di sfratti per morosità e intere famiglie, spesso con figli a carico, costretti ad arrangiarsi o  affidati dai servizi sociali a strutture di accoglienza private. Queste strutture, tamponano l’emergenza nell’immediato, ma non sono una soluzione sostenibile: oltre ad essere un costo enorme per la collettività (2500 euro al mese a famiglia) sono soluzioni temporanee e soprattutto creano un forte disagio sociale poiché dividono il nucleo famigliare prendendo in carico solo madre e minori senza preoccuparsi delle sorti del padre.

In tutto questo la Giunta Mariani ha ignorato il problema evitando di organizzare un Piano Casa in grado di far fronte sia all’emergenzialità derivante dagli sfratti sia alle richieste di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica da parte degli aventi diritto in graduatoria.

Ha lasciato decine di appartamenti comunali sfitti in attesa di essere ristrutturati; ha svenduto parte del patrimonio pubblico senza compensarlo con nuovi appartamenti; ha puntato tutto sull’approvazione di una variante al Piano di Governo del Territorio che non tiene conto di una percentuale accettabile di alloggi ERP e che mira a costruire sulle poche terre ancora libere dal cemento invece di riqualificare le numerose aree dismesse; non ha voluto sfruttare i 18 milioni di Euro pubblici, previsti per il contratto di quartiere Cantalupo, che potevano essere utili a risolvere almeno una parte dell’emergenza; ha gestito le richieste di assegnazione in deroga alla graduatoria degli alloggi popolari con una modalità totalmente illegale e non conforme al regolamento regionale 2011, prevedendo dei bandi annuali di richiesta invece di lasciare libera l’iscrizione a chi ne avesse diritto, questo anche nel tentativo di ridurre artificialmente il numero delle emergenze.

 

La nuova amministrazione ha ora la responsabilità politica di dover trovare una soluzione che tuteli le esigenze degli inquilini e di chi è addirittura senza un alloggio.

Chiediamo un canale di comunicazione diretta con il sindaco e gli assessori competenti per esaminare sia la situazione esistente che le politiche abitative future.

 

Tra i provvedimenti più urgenti, in attesa di un dialogo e di altre soluzioni, chiediamo:

–         il blocco immediato degli sfratti sia di abitazioni pubbliche che private;

–         mappatura degli alloggi pubblici sfitti con investimenti per ristrutturarli anche in collaborazione con i futuri inquilini;

–         l’abolizione del bando d’emergenza e il conseguente adeguamento al Regolamento Regionale del 2011;

–         la partecipazione attiva delle parti sociali e dei comitati di inquilini nella realizzazione delle politiche abitative;

–         il recupero del progetto per la riqualificazione del quartiere Cantalupo interpellando direttamente i residenti;

–         stop alla vendita del patrimonio pubblico ERP.

 

 

One Response to Sportello Casa

  1. Bonjour !

    We come are going to Italia from 16 to 23 of February.

    We are taking a look to find some places to play on our road of Rock’n’roll in the return of our Tour.

    May be you can play in your concert venue? That could be all right.

    Thank’s.
    Sylvain (Guitar)

    Since October 2014 and an European tour starting in the Eastern countries then Scandinavian Tour, we are quite new in the French independent rock circuit as an unclassifiable Rock’n’Punk Noise Intrumental french duo music band.

    We realy want to perform our show performance to eveybody in all types of events.

    So, we are looking for plans in any places, festivals, live music clubs, pubs, bars, parties, alternative places, exhibitions, varnishings, ect to produce us in your city.

    Thank you to forward this message for people intersting too! Or, if you have some contacts to give us, that could be all right.

    Technically, we have all our material to play in a complettely autonomy.

    Also, we do not require accommodation and your conditions will be ours.

    In case of a band canceled we are here too. Or like the last minute guest band.

    Everything could be easy and possible.

    Thank´s to check ours informations below.
    See you soon.
    Rock´n´Roll never died !!!
    Syl Blue Eyes (0033 6 63 54 10 80) and The Rhizome

    Don’t Surrender n’abandonne pas!

    http://www.dontsurrender.fr

    Duo InstruMental – MéloDick – DisTortion from Saint Brieuc / France

    Syl Blue Eyes (2 fingers guitar style) and The Rhizome (Drums) are the quite new unclassifiable and nonconformist instrumental band in the current musical landscape.

    Set Show Performance explosive, direct, and melodic of 40 minutes in a Rock’n’ Punk psychedelic trance universe.

    24-02-2016: La Chaux de fonds (CH) at L’Entre deux
    14-02-2016: Gorliz (Pais Vasco) (E) at Xurrut
    11-02-2016: Santander (E) at Rock Beer The New
    09-02-2016: Vigo (E) at Charenton Club Cultura
    05-02-2016: Lisboa (P) at EKA

    14-01-2016: Xàtiva (E) at Pub CapGirat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *