Grande successo per la terza edizione del M.S.C.

GRANDE SUCCESSO PER LA TERZA EDIZIONE DEL MUNDIALITO SOCIAL CAMP

La terza edizione del Mundialito Social Camp si chiude con un significativo bilancio positivo: la due giorni di sport popolare organizzata da FOA Boccaccio e Trattoria Bracesco ha segnato un incoraggiante passo in avanti sia qualitativo che quantitativo rispetto alle passate edizioni.

maglia_2014

In primo luogo sottolineiamo come l’incontro di venerdì sera con le delegazioni provenienti da Palermo e da Genova del progetto Mediterraneo Antirazzista e con l’asd Sportinzona Melina Miele di Milano ci abbiano fornito, attraverso la testimonianza della propria esperienza in tema di sport popolare, una serie di stimoli e idee per allagare la portata dei progetti che stiamo sviluppando all’interno delle mura dell’ex centro sportivo Verga. Abbiamo avuto piena riconferma del fatto che, a livello nazionale, la pratica dello sport popolare si stia diffondendo e radicando nei territori come efficace strumento di intervento sociale. Recupero delle strutture sportive in disuso, massima accessibilità a corsi e iniziative per i ceti meno abbienti, sviluppo di dinamiche di autorganizzazione e riscatto sociale, connubio inscindibile con temi basilari come antirazzismo e antifascismo: sono questi alcuni concetti chiave intorno ai quali ruota la crescita di questo fenomeno, che a Monza da tre anni vede impegnata in maniera pioneristica la FOA Boccaccio.

Nella giornata di sabato si è poi svolto il consueto torneo di calcio a 7 e quest’anno le iscrizioni hanno raggiunto la quota record di 17 squadre provenienti da tutta la Lombardia.

Tra queste squadre figuravano iscritte anche due formazioni dei lavoratori in lotta delle DIELLE di Cassina dè Pecchi, che non hanno potuto prendere parte al torneo a causa del concomitante presidio al tribunale di Milano dove venivano processati per direttissima due loro compagni arrestati venerdì 12 nel corso delle cariche delle forze dell’ordine ai danni del picchetto degli scioperanti. A tal proposito, anche a nome di tutte le squadre iscritte, esprimiamo la totale solidarietà e vicinanza a tutti i lavoratori della DIELLE.

Significative la presenza di una selezione di richiedenti asilo e la vittoria del torneo da parte di una squadra di immigrati di Seriate che battono in finale i compagni tarantini (presenti in tutte le edizioni, con il loro contributo costante in aggiornamento sulle battaglie per il diritto alla città che a Taranto si sviluppano sulla questione ILVA): in questa squadra di migranti si mischiano giocatori “di prima generazione” ad altri di colore che si esprimono con un inconfondibile accento bergamasco, a testimonianza di un possibile e auspicabile percorso di integrazione tra componenti sociali diverse.

Proseguiamo quindi nella direzione di un potenziamento di questo percorso che vede intrecciarsi in continuazione sport e questioni sociali: ringraziando tutti i partecipanti al Mundialito per lo spirito e l’atmosfera respirata nel corso di questi giorni, diamo appuntamento a tutt* alla giornata di sabato 20 settembre per la terza edizione del torneo SFONDARETE (green volley) e al mese di gennaio quando prenderà forma la terza edizione del MEMORIAL ENRICO BRACESCO. A lato di questi eventi che si svolgono nel corso di una sola giornata, rinnoviamo l’invito a prendere parte ai corsi di boxe presso la palestra popolare “Liabeuf” lunedì e giovedì dalle 19 alle 21.

FOA Boccaccio 003 & Trattoria Bracesco

This entry was posted in Comunicati, Sport and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *