Memorial Bracesco 2022

FOA Boccaccio 003 / Trattoria Bracesco / Palestra Popolare Liabeuf BKK presentano
MEMORIAL BRACESCO 2022 / XI edizioneUna storia di antifascismo e sport popolareATTO PRIMO / Sui sentieri partigiani in MuggiascaDomenica 30 gennaio 2022Itinerario ad anello Vendrogno-Pratolungo-Camaggiore-Noceno-Vendrogno (LC) sulle tracce della 55a Brigata RosselliRitrovo a Monza ore 8.00 presso il murales dedicato a Enrico Bracesco (via Rosmini 11)Ritrovo a Vendrogno ore 9.30 presso il parcheggio del Bar La Noce******************************L’undicesima edizione del MEMORIAL BRACESCO prenderà forma in manierainedita. Sarà la prima volta che l’appuntamento non si svolgerà sulcampo in erba di via Rosmini 11, intitolato proprio a Enrico Bracesco.L’infame sgombero di luglio voluto dal CAI di Monza ha consegnatoinfatti quel luogo, denso di significati storici, politici e socialialla rendita immobiliare travestita da “progetto per la città” (lacosiddetta “Casa della montagna”), secondo una prassi con cui spessosi cerca di legittimare le peggiori speculazioni sul nostroterritorio.Tuttavia dieci anni di esperienze condivise in quel luogo, incontri econfronti sul senso dello sport popolare e sulla attualità comepratica di intervento sociale hanno sedimentato un patrimonio che nonviene scalfito dallo sgombero.Abbiamo da subito rimesso in moto le progettualità sportive neglispazi di via Timavo e per questa undicesima edizione del MEMORIALcostruiremo due giornate tra loro molto diverse.La prima ci porterà ad attraversare montagne e sentieri sulle ormedelle formazioni partigiane con le quali collaborava proprio EnricoBracesco, la seconda, in data ancora da definire, ci condurrànell’approfondimento del ruolo delle palestre popolari nellapromozione di valori antifascisti, antirazzisti e antisessisti nellenostre città.
Pubblicato in Eventi, Sport | Contrassegnato , , | Lascia un commento

in una parola antifascisti 2022

Quest’anno, in occasione della ricorrenza del Giorno della Memoria, doppio appuntamento presso l’istallazione “In una parola antifascisti” ai giardini pubblici di via Azzone Visconti. Venerdì 28 gennaio e martedì 1 febbraio gli alunni della scuola secondaria di primo grado “Leonardo Da Vinci” animeranno con le loro letture questo luogo dedicato agli scioperanti monzesi del ’43 e del ’44 deportati nei campi di concentramento e sterminio nazifascisti. Interverranno Daniele Napoli “Tana” autore dell’opera e Rosa Lanzaro, progettista del Bosco della Memoria.

Pubblicato in Eventi | Lascia un commento

sappiamo chi è Stato

Giovedì 3 febbraio 2022 / Foa Boccaccio 003 / ore 21

Sappiamo chi è Stato (Prospero Editore 2021).Daniele Ratti, Collettivo Kasciavit e Collettivo Studentesco Azadi.

PRESENTAZIONE DEL LIBRO E INCONTRO CON GLI AUTORI

Un’indagine puntuale, analitica e documentata su una serie di eventi accaduti per mano degli apparati dello Stato a partire dal 1970 fino a oggi. Episodi che hanno visto trasformarsi in vittima coloro che contestavano il sistema: i soggetti emarginati, gli esclusi o semplicemente chi si trovava “nel posto sbagliato al momento sbagliato”.

Il libro evidenzia come, storicamente, la repressione in Italia sia sempre stata strutturale e intrinseca al modello statale, attraverso una ricostruzione rispetto al dove, al come e al perché questi atti di violenza sono stati perpetrati.

Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , | Lascia un commento

Giornata di lavori

Sabato 22 gennaio 2022 riprendono i lavori di autorecupero dello stabile di via Timavo 12 a Monza. Ci troviamo alle 9.30 e andiamo avanti finché c’è luce, si mangia tutti/e insieme. Porta guanti e, se ne hai, attrezzi da giardinaggio (motosega, segacci, roncole) e pale. Ci servono anche scaffali e assi di legno per scaffalature!

Dopo sei mesi di occupazione restano ancora parecchie cose da fare per rendere lo spazio adatto ad ospitare i progetti e le iniziative in arrivo: il processo di recupero dello stabile è una sfida collettiva che vogliamo continuare a condividere con le tante persone che fino a oggi si sono spese a sostegno dello spazio sociale monzese, ma allo stesso tempo crediamo sia una formidabile occasione per coinvolgerne di nuove.

Pubblicato in Eventi | Lascia un commento

APPELLO ALLA SOLIDARIETÀ CON LA LOTTA RIDER

APPELLO ALLA SOLIDARIETÀ CON LA LOTTA RIDERIl giorno 13 aprile 2018 abbiamo supportato le rivendicazioni di lavoratori e lavoratrici di Deliveroo, entrando con loro nella sede degli uffici della multinazionale a Milano. Il gruppo di riders ha qui letto una lettera che denunciava le condizioni di sfruttamento e precarietà imposte dal cottimo (allora appena introdotto), dall’assenza di coperture assicurative e dall’organizzazione algoritmica nell’assegnazione di turni e ordini. Dopo la lettera, i/le riders hanno chiesto poi un confronto con il general manager di Deliveroo, Matteo Sarzana. Intanto, fuori dalla sede si formava un altro gruppo di riders e solidali a supporto di chi era dentro.La risposta di Matteo Sarzana, lì presente, è stata quanto mai eloquente: chiamare la polizia per sgomberare gli uffici. Celere che ha prontamente risposto manganellando le persone presenti al presidio esterno.Qualche mese dopo, ad alcuni tra riders e solidali viene notificato il procedimento di chiusura indagini per reati che vanno da violazione di domicilio, a rifiuto di dare le generalità, fino a oltraggio a pubblico ufficiale. Questo processo inizierà il 12 gennaio 2022. Al banco degli imputati ci sono 17 persone.Da quel giorno sono passati alcuni anni, tante cose nel mondo del delivery sono cambiate. Ma noi di una cosa siamo sicure: quel 13 aprile avevamo ragione, quell’azione era giusta e la rifaremmo ancora.La rifaremmo perché quelle misere condizioni di lavoro, che denunciavamo allora, sono oggi chiare a chiunque. Attraverso gli scioperi e le lotte, i rider hanno imposto il lavoro del delivery quale uno dei problemi all’ordine del giorno nel dibattito pubblico: si sono moltiplicate le inchieste giornalistiche e persino istituzioni cieche e sorde quali il parlamento e i tribunali hanno timidamente – e spesso ipocritamente – iniziato a sentire e vedere.La rifaremmo perché lo sfruttamento e la precarietà dei riders non hanno fatto che aumentare. Da un lato, riders di Deliveroo, Glovo e Uber – nell’ambito del contratto UGL/Assodelivery – continuano a essere inquadrati quali lavoratori autonomi, ma in realtà subordinati a un algoritmo che li costringe a contendersi consegne pagate sempre meno in assenza di una paga oraria garantita. Dall’altra parte, il nuovo sistema Scoober proposto da JustEat per introdurre il contratto subordinato non è che l’ennesima presa in giro: chi lavora continua a subire l’arroganza e la prepotenza dei suoi superiori che lo costringe a svolgere una delle mansioni più pericolose, nelle peggiori condizioni atmosferiche e in cambio di paghe da fame e di diritti praticamente inesistenti.La rifaremmo perché la rabbia dei lavoratori e delle lavoratrici durante gli scioperi degli ultimi anni riscalda ancora i nostri cuori.La lotta dei rider non è finita. Se quel 13 aprile si posò un primo tassello di questa storia, il 12 gennaio verrà inscenato un nuovo capitolo: quello, triste, della repressione. Chiamiamo quindi i lavoratori e le lavoratrici,chi fa uso delle piattaforme di delivery e chiunque ci sia solidale a sostenerci, a scrivere questo capitolo insieme a noi.Alcunx imputatx

Pubblicato in Comunicati | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su APPELLO ALLA SOLIDARIETÀ CON LA LOTTA RIDER

Baitone della Pianca 2021

Come tutti gli anni prenderemo parte alle iniziative che ricordano l’eccidio dei 16 partigiani uccisi dai Nazifascisti dopo essere stati catturati il 30 dicembre 1944 presso il baitone della Pianca (Valsassina). Tra di essi 3 antifascisti brianzoli.
Il ritrovo, per percorrere insieme il sentiero che porta alla Pianca, è venerdì 31 dicembre alle ore 8.30 presso il cimitero di Maggio (Cremeno). Pranzo al sacco, percorso adatto a tutti/e, sentiero a tratti innevato.
Pubblicato in Eventi | Commenti disabilitati su Baitone della Pianca 2021

LABIRYNTHUS: LE OPERE DELLA CALL FOR ARTISTS NELLE STRADE!

Esiste un modo alternativo di vivere e attraversare lo spazio urbano? In tanti/e, con i loro lavori, hanno risposto alla call for artists lanciata nell’ambito di “Labirynthus”, rassegna che, in questo passaggio, trova il suo epilogo, dopo i precedenti appuntamenti #pensa, #agisci e #sovverti.
Ora abbiamo invaso le strade, i sottopassi, le pensiline e i portici di Monza con le 13 opere selezionate.
Disegni, poesie, illustrazioni, collage sono ora sparsi per il labirinto di traffico e cemento con lo scopo di contestarlo e sovvertirne i significati che il potere gli attribuisce.
Questa galleria a cielo aperto è un modo per esprimere, attraverso un atto creativo, il disappunto verso le politiche urbanistiche della Giunta Allevi che da anni devasta la città anteponendo il profitto degli investitori privati al benessere di chi la abita. Ogni opera, nella sua originalità, riflette sulle trasformazioni in atto in ogni quartiere e vorrebbe condividere, con la sua presenza in strada, visibile a tutti, un pensiero di contestazione, di rivolta, di sovversione.
Non vi rimane che cercarle, guardarle, leggerle.

Pubblicato in Comunicati | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su LABIRYNTHUS: LE OPERE DELLA CALL FOR ARTISTS NELLE STRADE!

A Babbo Morto

Giovedì 23 dicembre 2021 / FOA Boccaccio 003, via Timavo 12, Monza
Dalle ore 18 alle ore 24
A BABBO MORTO
Una serata di libertà, lontano da luminarie e shopping di massa.
Si entra gratis, si mangia e si beve, ci si scalda intorno al fuoco: vin brulé e polenta con tris di condimenti. E poi anche musica diffusa e banchetti di autoproduzioni.
Pubblicato in Eventi | Commenti disabilitati su A Babbo Morto

CPR. Un posto da chiudere

Pubblicato in Eventi | Commenti disabilitati su CPR. Un posto da chiudere

Roma illegale

Venerdì 10 dicembre 2021 / FOA Boccaccio 003, via Timavo 12, Monza
ROMA ILLEGALE (2021)Italia | 70′Scritto e diretto da Andrea ScarcellaUn documentario indipendente sulla scena rave degli anni d’oro.Trailer: https://vimeo.com/648671228
Sinossi:
Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Roma illegale