TAZ16092017MONZA

…vi aspettiamo in via Savonarola a Monza!

Posted in Eventi, Studenti di Monza e Brianza | Tagged , , , | Leave a comment

Contro il G7 sull’agricoltura di Bergamo

Mercoledì 20/09 dalle ore 19.30 – FOA BOCCACCIO 003
Cena, proiezione del film Natura morta
e presentazione delle iniziative di contrasto a questo G7 e a ogni nocività
con l’assemblea ecologista LE ORTICHE
https://underground.noblogs.org/files/2017/07/G7-DEFINITIVO.pdf

Posted in Eventi | Leave a comment

Nel fossato della Fortezza Europa

Domenica 27 agosto 2017 – FOA Boccaccio 003, via Rosmini 11, Monza

ore 20.00 Cena popolare

ore 21.30 NEL FOSSATO DELLA FORTEZZA EUROPA

Incontro con Riccardo Gatti (Proactiva Open Arms).

Immagini e testimonianze dirette su quanto avviene oggi nelle acque del Mediterraneo a partire dall’esperienza delle navi della ong Proactiva Open Arms impegnate nelle operazioni di soccorso ai migranti.

Una serata di aggiornamenti, controinformazione e dibattito tra pratiche di umanità, ribellione, solidarietà e voglia di libertà.

More info: https://www.proactivaopenarms.org/en

 

Posted in Eventi | Tagged , , , | Leave a comment

Cineforum d’agosto: POSSESSION

Giovedì 24 agosto 2017 CINEFORUM D’AGOSTO IN BOCCACCIO

ore 20 cena popolare e a seguire proiezione di POSSESSION di Andrzej Zulawsky

È un nero abisso quello in cui si sprofonda nella visione di
“Possession”, un film maledetto, tremendo, visionario del regista
polacco Andrzej Zulawski: una di quelle pellicole che non ti lasciano
continuare ad essere la stessa persona che eri prima della visione. Continue reading

Posted in Eventi | Leave a comment

2022. I sopravvissuti

Giovedì 10 agosto 0re 21.30: cineforum d’agosto in Boccaccio

I cineforum del giovedì di agosto

“2022 – I sopravvissuti”, film del 1973 di Richard Fleischer, tratto dal
romanzo “Largo, largo” di Harry Harrison del 1966, ipotizza un futuro per nulla improbabile, in cui la popolazione mondiale è cresciuta fino a giungere a proporzioni
colossali, il clima si è arroventato divenendo un’”estate torrida che
dura tutto l’anno” e il problema del cibo è diventato il problema
cardine per la stessa sopravvivenza della specie umana. Continue reading

Posted in Eventi | Leave a comment

I cineforum del giovedì di agosto

Posted in Eventi | Leave a comment

Cineforum in Boccaccio: omaggio a Romero

GIOVEDI’ 3 AGOSTO: https://www.facebook.com/events/1953128458300238/

ore 20.30 cena, a seguire proiezione di ZOMBI

Il 17 luglio 2017 si è spento a 77 anni George Romero. Vogliamo
omaggiarlo con la proiezione di un suo grande classico.
Stiamo parlando di “Zombi” (in inglese “Dawn of the dead”) uscito nel 1978, esattamente dieci anni dopo il film che inaugurava il filone dei cosidetti “zombie movies”.
In realtà Romero non è il primo che porta al cinema gli zombies ma è il primo che trasforma la figura del non morto in una metafora per
descrivere l’umanità contemporanea e la sua alienazione consumista. Continue reading

Posted in Eventi | Leave a comment

Sentiero Beltrami 2017

Come tutti gli anni prenderemo parte al Sentiero Beltrami, iniziativa che da più di dieci anni ci porta in agosto in Val d’Ossola, sulle montagne teatro delle vicende resistenziali che ebbero come protagonisti il capitano Beltrami e la sua formazione di partigiani, nella quale operava anche Gianni Citterio, medaglia d’oro monzese, caduto in combattimento contro i nazifascisti nel febbraio 1944. Dopo magliette e adesivi dedicati all’iniziativa, quest’anno è in arrivo la spilletta, come sempre autoprodotta.

ECCO IL PROGRAMMA DELL’INIZIATIVA:

 

Posted in Eventi | Tagged | Leave a comment

LA STRADA È LA SOLUZIONE, NON PARTE DEL PROBLEMA

Dopo il volantinaggio delle scorse settimane destinato ai migranti (https://boccaccio.noblogs.org/post/2017/07/07/racists-at-the-head-of-the-city/), venerdì 28 luglio la FOA Boccaccio scende nuovamente in piazza presso la stazione di Monza con un vivace presidio dedicato ai temi “sicurezza” e “decoro”. Centinaia di volantini distribuiti ai pendolari (fantomatico soggetto sociale a cui è facile attribuire a mezzo stampa malcontenti di ogni genere…) e alle persone che frequentano i giardini antistanti la stazione, portando un punto di vista che ribalta l’approccio di criminalizzazione delle compagnie multietniche di ragazzi più o meno giovani messo in atto dalle istituzioni e, in particolar modo, dall’attuale giunta fascioleghista del neosindaco Allevi.

Parallelamente al volantinaggio è stata allestita l’intera piazza accentuando la sua funzione naturale, ossia quella di spazio pubblico idoneo alla libera aggregazione degli individui, allestendo una mostra dedicata al fantomatico “Decreto Minniti Orlando” e alla pericolosità liberticida di questo provvedimento (che con il daspo urbano trasforma in norma ciò che prima era eccezionalità). Infine una performance teatrale ha intrattenuto i presenti, attraverso una tagliente parodia sul ruolo del nuovo presidio permanente della polizia locale dinanzi alla stazione.

In conclusione ci siamo cimentati in un taglio di capelli collettivo e gratuito per tutti, in solidarietà con il migrante aggredito e multato di 1000 euro per aver tagliato i capelli a un suo connazionale (parliamo di aggressione perché la macchinetta tagliacapelli non gli è stata sequestrata ma spaccata al suolo).

Qui di seguito testo integrale del volantino distribuito:

 

LA STRADA È LA SOLUZIONE, NON PARTE DEL PROBLEMA
La loro retorica è semplice: Non trovi lavoro? L’affitto ti strozza? Il tuo stipendio è da fame? La colpa è di chi sta peggio di te, che farà di tutto per derubarti di ciò che hai.
La loro ricetta è antica: più polizia, più controllo, più violenza di Stato. Dalla guerra fra poveri, siamo passati alla guerra ai poveri.
Questo è solo l’inizio di tutto ciò a cui possono portare le idee securitarie che hanno contraddistinto l’ultima campagna elettorale (culminata a Monza con l’elezione dello sceriffo Allevi e della sua giunta fascioleghista) e il recente decreto Orlando-Minniti su “sicurezza e decoro”.
Sicurezza e decoro sono due termini che ci spaventano per l’estrema arbitrarietà con cui possono essere applicati. Chi stabilisce se la mia o la tua maglietta siano decorose? Chi stabilisce se il mitra tenuto in mano da un agente sia più o meno pericoloso dell’assenza totale dell’agente? Le misure adottate dai sindaci che decidono di avvalersi di questo decreto sono l’allontanamento temporaneo dei soggetti da luoghi specifici (Daspo urbano) o il foglio di via dalla città per i non residenti. E così tutti coloro che hanno la pelle troppo scura, o che per indigenza indossano abiti logori o mendicano per sfamare se stessi e i propri figli, che dormono su una panchina poiché non possiedono un letto, preferiscono una birra da asporto a una coca-cola al bar, diventano soggetti da allontanare, da portare lontano dalla vista delle “persone perbene”.
Crediamo fermamente che l’unica vera sicurezza non sia quella data da una città di orwelliana memoria le cui strade siano costantemente controllate da polizia e telecamere, ma dalla capacità di vivere realmente i territori interagendo con chi li attraversa, in modo tale che gli spazi pubblici non siano terra di nessuno ma luoghi di ciascuno. Il vero degrado è quello dei deserti sociali dei luoghi “riqualificati”; è quello della “città vetrina” che ci vuole solo consumatori e fruitori di servizi, non certo la presenza di un centro sociale che da 15 anni prova a lottare contro tutto ciò. Il vero degrado è quello che nel nome della paura ci fa vivere costantemente sotto la minaccia di perdere tutto, creandoci relazioni artificiali sui social network.
Vivere le strade e occupare i luoghi dismessi per riempirli di senso è il nostro antidoto contro tutto questo veleno.
Siamo e saremo in piazza e per le strade per contestare le ondate di razzismo, intolleranza e odio nei confronti degli “ultimi” che stanno travolgendo la nostra città e per contrastare le politiche repressive e securitarie che hanno come unico obiettivo quello di cavalcare la paura dei cittadini, e come unico risultato quello di desertificare e distruggere i luoghi di aggregazione (stazione, parchetti, etc.) attraverso la criminalizzazione sistematica soprattutto dei migranti e delle minoranze non utili al sistema.
Riteniamo tutto ciò inaccettabile e crediamo che l’unico ospite indesiderato sia chi, con la divisa dello Stato o con la minaccia malavitosa, si prenda con la forza il potere di gestire un territorio e determinare in maniera autoritaria comportamenti, desideri e quotidianità.
NE’ PAURA, NE’ CONTROLLO SOCIALE: LIBERTA’ E AUTOGESTIONE IN STRADE E QUARTIERI!
Foa Boccaccio 003
ps: tra le folgoranti operazioni di polizia a Monza ricordiamo le prepotenze attuate dagli agenti in stazione nei confronti di “pericolosi criminali” colti in fragranza mentre si rinfrescavano alla fontana, oppure si tagliavano i capelli o ancora giravano con cani al guinzaglio, ma senza museruola…
Posted in Comunicati | Tagged , , , , | Leave a comment

Sport popolare in the parchetti #2

Sabato 29 Luglio, a Monza, La Palestra Popolare Liabeuf BKK e Tarantulatornano in quartiere: ai parchetti di via Masaccio, per vivere in compagnia un pomeriggio di sport popolare, sudore e birre fresche sotto il sole.

Dalle quattro fino a sera, giocheremo e brinderemo insieme a chiunque voglia partecipare alla festa:

– PARTITE DI BASKET E CALCIO A 5 !
( Secondo la disponiblità dei partecipanti )
– ALLENAMENTO APERTO DI BOXE !
( La palestra scende in strada ! )
– CIBO E BEVANDE A PREZZI POPOLARI !
( La calura non ci fa paura )

Posted in Sport | Leave a comment