#Palestina Report + FOTO Kufr Qaddum

ciao a tutt*
oggi siamo state alla manifestazione a Kufr Qaddum.
rispetto a Nabi Salih e’ diversa sia per la presenza piu’ numerosa di palestinesi, sia perche’
non vi sono donne palestinesi, sia perche’ i soldati sono a 50 metri dai manifestanti.
per fortuna oggi i soldati non sono stati tanto aggressivi, quanto basta per averci gasato ben bene, sparato bussolotti ad altezza uomo
senza pero’ scendere per le strade del villaggio o cercare di entrare con le jeep o a piedi dalle vie laterali,
scendendo dalla collina. la colonia illegale di israeliani e’ proprio di fronte alla strada principale del paese e si vede nitidamente.


la resistenza anche qui era composta dagli shebab ma anche dagli uomini piu’ grandi del villaggio.
breve ma intensa. in un’oretta e mezza e’ finito tutto e verso l’una e mezza siamo ritornati verso Nablus.
anche ieri sera a Nablus ci sono stati disordini ma non si capisce bene questa volta per cosa,
dato che dagli scontri dell’altro ieri e del giorno prima i palestinesi avevano ottenuto di non pagare l’elettricita’e l’acqua. capiremo magari nei prossimi giorni.
a Nabi salih oggi invece la manifestazione si sta estendendo piu’ del previsto: ancora adesso,
mentre scrivo, i soldati continuano ad andare avanti a sparare e dato che a uno di loro e’ arrivato un sasso nello stomaco si stanno vendicando andando di casa in casa a cercare di arrestare le persone. per ora il bilancio e’ di 3 arresti.
ancora pero’ la gente si sta rifugiando nelle case dei palestinesi e non sappiamo bene cosa sta succedendo.
speriamo che nessuno di noi venga preso.

domani mattina sul presto ci sposteremo verso Hebron e vedremo quanto diversa sara’ la situazione li’.
credo parecchio dato che la citta’ ha al centro un settlement ed e’ quindi divisa da una zona illegale
israeliana, di coloni, coperti 24h su 24h dalle forze di occupazione isareliana, cioe’ dai soldati.

This entry was posted in dispersi nel mondo, Palestina and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *