Sulla Capanna Monza

Oltre cinquanta persone hanno preso parte alla prima escursione del ciclo CON PASSO OSTINATO. Insieme da Monza a Erve, per poi salire alla Capanna Alpinisti Monzesi, con striscioni e volantini distribuiti ai molti escursionisti presenti sulla via: il racconto della squallida operazione immobiliare che il CAI di Monza vuole attuare sull’area di via Rosmini 11 comincia ad avere eco anche nelle nostre montagne. Decostruendo la retorica del “progetto per i giovani” scritto a tavolino da un manipolo di ultrasessantenni si mette in evidenza il vero obiettivo dell’operazione, ossia mettersi in tasca una montagna di soldi. IL BOCCACCIO NON SI TOCCA!

This entry was posted in Comunicati and tagged . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *